MECCANICA RAZIONALE

Crediti: 
6
Settore scientifico disciplinare: 
FISICA MATEMATICA (MAT/07)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Il corso di Meccanica Razionale è un corso di matematica applicata, di collegamento tra i corsi di matematica pura (Analisi Matematica e Geometria) e quelli di contenuto ingegneristico (in particolare, la Meccanica Applicata). Il principale obbiettivo del corso, è fornire in modo rigoroso le basi di Cinematica, Statica e Dinamica necessarie ad apprendere in modo cosciente e critico gli insegnamenti che caratterizzano la laurea in Ingegneria Meccanica.

Prerequisiti

Analisi Matematica, Geometria e Fisica I.

Contenuti dell'insegnamento

Nozioni basilari di Cinematica, Statica e Dinamica dei sistemi meccanici.

Programma esteso

Teoria dei vettori liberi - geometria delle curve piane - cinematica dell'elemento - cinematica del corpo rigido - cinematica relativa - cinematica rigida piana - traiettorie polari - statica e dinamica dell'elemento - equazioni cardinali - teoria dei vettori applicati - statica e dinamica del corpo rigido - statica e dinamica dei sistemi articolati.

Bibliografia

Oltre alle dispense scritte dal docente, si consigliano i seguenti testi: P.G.Bordoni "Lezioni di meccanica razionale" - P.Biscari, T.Ruggeri, G.Saccomanni, M.Vianello "Meccanica razionale per l'ingegneria" - G.Frosali, E.Minguzzi "Meccanica Razionale per l'ingegneria" - P.Benvenuti, G.Maschio "Complementi ed esercizi di meccanica razionale".

Metodi didattici

Il corso consiste in lezioni frontali, delle quali una perte notevole (almeno la metà) sono dedicate alle esercitazioni. Queste consistono in esempi ed esercizi che hanno lo scopo di illustrare i concetti presentati nella parte teorica. Lo stesso tipo di esercizi viene poi proposto nel primo esame scritto.

Modalità verifica apprendimento

L'esame consiste in due prove scritte, e un'eventuale prova orale. La prima prova scritta (della durata di circa tre ore) richiede la soluzione di uno o più esercizi. La seconda prova scritta (della durata di circa un'ora) è di contenuto teorico. Prima dello svolgimento della seconda prova scritta, lo studente deve comunicare se intende sostenere anche la prova orale. La prova orale può essere chiesta dal docente quando la prima prova scritta è insufficiente. Il giudizio "con lode" può essere acquisito solo con la prova orale.