SCIENZA DEI MATERIALI

Crediti: 
6
Settore scientifico disciplinare: 
SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI (ING-IND/22)
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Conoscenze e capacità di comprendere
Al termine del corso lo studente dovrà aver acquisito le principali conoscenze relative alle diverse classi di materiali in modo da avere le competenze necessarie per lo studio delle tecnologie di produzione.

Competenze
Lo studente dovrà essere in grado di operare scelte consapevoli nella selezione dei materiali per le diverse applicazioni. Lo studente dovrà essere in grado di utilizzare le conoscenze acquisite per analizzare ed elaborare dati numerici e per sostenere le relative scelte decisionali.

Autonomia di giudizio:
Al superamento dell’esame lo studente dovrà aver sviluppato la capacità di valutare criticamente i dati analitici del comportamento meccanico di un materiale per prevederne il comportamento in opera, così come la capacità di interpretare i dati dei controlli di accettazione di un materiale da utilizzare.

Capacità comunicative:
Al superamento dell’esame lo studente dovrà aver maturato una sufficiente proprietà di linguaggio, quanto meno per quanto attiene la terminologia tecnica specifica dell’insegnamento.

Capacità di apprendimento:
Lo studente che abbia frequentato il corso sarà in grado di approfondire le proprie conoscenze in materia di materiali attraverso la consultazione autonoma di testi specialistici, riviste scientifiche o divulgative, anche al di fuori degli argomenti trattati strettamente a lezione.

Contenuti dell'insegnamento

NTRODUZIONE alla Scienza dei Materiali.

STRUTTURA DELLA MATERIA.
Caratteristiche dello stato cristallino: sistemi e strutture cristalline. Imperfezioni cristalline: difetti e soluzioni solide. Caratteristiche dello stato amorfo e sua formazione. Microstruttura dei materiali.

DIAGRAMMI DI STATO.
Diagrammi di stato a due componenti. Il diagramma Fe-C.

LE TRASFORMAZIONI ALLO STATO SOLIDO.
La diffusione allo stato solido e i processi attivati termicamente. Le trasformazioni di fase: nucleazione e accrescimento nella cristallizzazione.

PROPRIETA DEI MATERIALI.
Proprietà meccaniche. Proprietà termiche. Proprietà chimiche dei materiali e principali fenomeni di degrado.

CENNI SULLE DIVERSE CLASSI DI MATERIALI.
Materiali metallici. Materiali polimerici e compositi.

Bibliografia

Scienza dei materiali (A.A: 2014-2015)
Federica Bondioli
Editore: McGraw Hill
Data di pubblicazione: 2014
ISBN: 9781308311425

Metodi didattici

L’insegnamento prevede:
(i) Lezioni frontali in classe avvalendosi della proiezione di lucidi; il materiale didattico verrà fornito all’inizio dell’insegnamento sulla piattaforma “Elly” (http://elly.ingind.unipr.it);
(ii) Esercitazioni numeriche in classe di preparazione alla prova scritta di esame

Modalità verifica apprendimento

La verifica finale prevede:
- una parte scritta tesa a verificare la capacità degli studenti di applicare quanto studiato a problemi numerici;
- una parte orale tesa a verificare la capacità di correlare le conoscenze acquisite per identificare le caratteristiche e le proprietà delle varie classi di materiali.

L’esame scritto consiste di 5 esercizi/domande a ciascuna delle quali vengono attribuiti fino a 6 punti. La durata della prova scritta è pari a 2 ore. La prova scritta è valutata con scala 0-30. La lode viene assegnata nel caso del raggiungimento del massimo punteggio su ogni domanda a cui si aggiunga la padronanza del lessico disciplinare.
Lo studente che abbia preso almeno 21/30 allo scritto può chiedere di sostenere un'integrazione orale (che potrà permettergli di aumentare o diminuire il voto dello scritto fino ad un massimo di 3 punti), o la verbalizzazione del voto dello scritto.
Lo studente che abbia preso 18, 19 e 20/30 allo scritto deve obbligatoriamente sostenere un'integrazione orale (che potrà permettergli di aumentare o diminuire il voto dello scritto fino ad un massimo di 3 punti).