Calcolo media e determinazione del voto di laurea

La media dei vostri voti riportata da Esse3, al fine dell'ammissione all'esame di laurea, potrebbe essere non corretta.

E’ consigliato di calcolarsela, in autonomia, secondo le indicazioni del regolamento didattico:

 

Art. 9 -  Prova finale

1.           Per sostenere la prova finale per il conseguimento del titolo di studio lo studente dovrà produrre una relazione scritta (elaborato di tesi) su un progetto o una attività concordati con un docente (relatore) e autonomamente svolto dallo studente nell’ambito di uno degli insegnamenti o di altre attività formative previste. L’elaborato di tesi viene esposto e discusso durante la seduta di Laurea. E’ altresì possibile scegliere di non presentare l’elaborato inviandolo alla Commissione che lo valuta preliminarmente. In questo caso l’incremento di punteggio è limitato secondo quanto descritto al comma 6.

2.           La valutazione della prova finale sarà effettuata da una Commissione composta da almeno 5 membri, la maggioranza dei quali deve essere costituita da docenti di ruolo. La commissione è nominata dal Direttore del Dipartimento di afferenza dei corsi di studio.

3.           La relazione per la prova finale può essere redatta in lingua inglese con un ampio sommario in lingua italiana.

4.           La Commissione di laurea valuterà in modo complessivo la preparazione del candidato tenendo conto delle risultanze dell'intera carriera universitaria. Il punteggio di presentazione alla prova finale è calcolato come media ponderata sui CFU relativi del voto conseguito nei singoli esami, considerendo a tal fine solamente i 150 CFU col migliore esito ed escludendo le idoneità e la prova finale. Nel conteggio, ad ogni esame il cui voto finale sia con Lode verranno attribuiti ulteriori 3/30. Il punteggio di presentazione è espresso su base 110, arrotondato matematicamente al primo decimale.

5.           Per l’ammissione alla prova finale lo studente deve aver superato con esito positivo, entro dieci giorni dalla data fissata per l’esame, l'accertamento relativo a tutte le attività previste nel piano di studio per un totale di almeno 177 crediti. In caso di ammissione alla prova nei termini della durata normale del corso di studio, il punteggio di presentazione verrà incrementato di un punto.

6.           Nel caso lo studente abbia trascorso un periodo presso un'istituzione estera con cui sia attiva una convenzione, acquisendo almeno 12 CFU e/o svolgendo un'attività finalizzata alla stesura dell'elaborato di Tesi, il punteggio di presentazione verrà incrementato di un punto.

7.           Gli incrementi di punteggio di cui ai commi 5 e 6 del presente Articolo, si possono sommare.

8.           L’incremento massimo di punteggio attribuibile alla relazione finale è pari a 5 punti, incluso l’arrotondamento, per eccesso, del punteggio di presentazione. Tale incremento si riduce a 2 punti, sempre incluso l’arrotondamento per eccesso del punteggio di presentazione, se la tesi non è esposta e discussa durante la seduta di Laurea ma semplicemente inviata alla Commissione per la valutazione preliminare.

9.           Per ciascun anno accademico sono previste tre sessioni di esami di laurea: estiva, autunnale e invernale. Di norma la prima sessione utile per sostenere l'esame di laurea è quella al termine del secondo periodo del terzo anno di corso. La sessione invernale è una sessione dell'anno accademico precedente e termina di norma alla fine di marzo.